In evidenza

Le Olimpiadi e il destino di Roma

Le Olimpiadi e il destino di Roma

di Paolo Ciofi

Roma va a picco? La vicenda delle Olimpiadi, penosa e al tempo stesso emblematica di un vuoto di pensiero, conferma ciò che sapevamo già. Se la giunta dei 5 Stelle non brilla, la classe dirigente di governo, attestata sulle presunte virtù salvifiche del “grande evento” olimpico, ha dimostrato ancora una…

Leggei tutto...
A chi giova? La Costituzione di Renzi è una retrocessione storica

A chi giova? La Costituzione di Renzi è una retrocessione storica

di Paolo Ciofi

Siamo arrivati al redde rationem, al punto di caduta decisivo dei processi politici di questi anni: tale è il senso della controriforma costituzionale. Un vero e proprio stravolgimento della Costituzione, che dallo smantellamento del fondamento del lavoro intende stabilizzare il dominio dell’impresa, cioè del capitale, sull’intera società. La domanda è:…

Leggei tutto...
Lo sfregio della Costituzione a Maranello

Lo sfregio della Costituzione a Maranello

di Paolo Ciofi

Il vertice tra il governo italiano e quello tedesco del 31 agosto si è svolto nella location dove comanda Marchionne. Non si era mai visto che i governanti di due Paesi sovrani si riunissero nella sede di una società privata, sia pure di gran nome. Ma il mondo gira, e…

Leggei tutto...
Maschere a Ventotene

Maschere a Ventotene

di Paolo Ciofi

I teatranti sono Renzi, Merkel e Hollande. I quali nell’isola pontina, con gran fracasso di tamburi e tromboni della comunicazione padronale e anche di quel giornale che dichiara (senza vergogna) di essere stato fondato da Gramsci, tentano di mascherare la loro inanità nascondendosi dietro il Manifesto di Altiero Spinelli, un…

Leggei tutto...

specialeReferendumbordo2


Gli articoli più recenti di Paolo Ciofi

Wall Street vota sì

Wall Street vota sì

Dopo il Financial Times arriva il Wall Street Journal: la grande finanza internazionale vota sì in modo compatto per cambiare la Costituzione italiana nel referendum voluto da Renzi. Ma che c’entrano lor signori con la Costituzione di un Paese sovrano? Di una «Repubblica democratica, fondata sul lavoro», in cui «la...

Leggi tutto

La Costituzione e il gioco sporco svelato da Renzi

La Costituzione e il gioco sporco svelato da Renzi

«Vinceremo!». È stato uno strillo stonato quello del capo del governo nell’intervista all’emittente americana Cnbc: la posta in gioco, manco a dirlo, è la controriforma costituzionale nel referendum prossimo venturo. Detto, fatto. Anzi, per assicurarsi la vittoria, i fatti sono stati subito due, coerentemente con i canoni della più sofisticata...

Leggi tutto

L'Europa dei popoli e dei lavoratori

L'Europa dei popoli e dei lavoratori

 Il progetto tradito di Enrico Berlinguer e Altiero Spinelli Intervista di Paolo Ciofi rilasciata al www.ilbecco.it il 26 giugno 2016 Nel marzo del 2015 Futura Umanità, l’associazione da lei presieduta, ha promosso un importante convegno sulla figura di Enrico Berlinguer. Le relazioni esposte in occasione di tale iniziativa sono state recentemente raccolte...

Leggi tutto

Raggi senza luce

Raggi senza luce

Di Virginia Raggi ormai sappiamo quasi tutto, meno l’essenziale: la sua idea della città che è stata chiamata a governare, capitale d’Italia e una delle principali metropoli europee. Ti sforzi, rileggi con attenzione il discorso d’insediamento della prima donna sindaco di Roma, che avrebbe dovuto delineare il progetto di una...

Leggi tutto

Le parole chiare del voto

Le parole chiare del voto

Condenso nei seguenti dieci punti ciò che a mio parere ci ha detto il voto del 19 giugno. 1. Ormai, quando a votare va metà dell’elettorato, i governi locali e centrali diventano espressione stabile di una minoranza: a Roma, capitale d’Italia e una delle principali metropoli europee, del 67 per cento...

Leggi tutto

Le Olimpiadi di Totti e il voto di Roma

Le Olimpiadi di Totti e il voto di Roma

Francesco Totti, persona intelligente, ha dichiarato che «avere una visione lungimirante per il futuro di Roma significa perseguire obiettivi importanti, tra questi c’è sicuramente la candidatura alle Olimpiadi». E ha aggiunto: «Dare ai nostri figli la speranza di rinascita è un dovere di tutti quelli che ci governano e ci...

Leggi tutto

Ribellarsi è necessario. Ma non basta

Ribellarsi è necessario. Ma non basta

INTRODUZIONE Ribellarsi è necessario. Ma non basta   Una crisi che viene da lontano Il declino di Roma, deturpata e offesa dalla corruzione dilagante e dall’indecoroso spettacolo di partiti ridotti perlopiù a comitati d’affari e a larve senza corpo né anima, di cui la vicenda denominata mafia capitale è l’espressione più cruda e vergognosa,...

Leggi tutto

Perché il primo maggio torni ad essere una festa

Perché il primo maggio torni ad essere una festa

Il primo maggio è la festa del lavoro. Ma le notizie di questo primo maggio 2016 sono tutte contro il lavoro. Più che una festa sembra un funerale. C’è chi annuncia pesanti tagli in busta paga per i dipendenti pubblici (Il Messaggero) e chi sostiene che la medicina giusta per...

Leggi tutto

Del governo della città

Del governo della città

Scheda informativa del libro di Paolo Ciofi di prossima pubblicazione. Il volume raccoglie scritti, interventi e discorsi di Paolo Ciofi sul tema di Roma e della sua doppia crisi, come grande metropoli europea e come capitale dello Stato unitario. Una traiettoria di cui la vicenda di mafia capitale è il punto...

Leggi tutto

Relazione di Paolo Ciofi. "Dall'esperienza delle giunte rosse un'altra idea per Roma"

Relazione di Paolo Ciofi. "Dall'esperienza delle giunte rosse un'altra idea per Roma"

Pubblichiamo la registrazione video del Convegno "Cosa sono dieci anni in una città eterna come Roma?, promosso da Rifondazione Comunista  e organizzato an che da European Left. Sono intervenuti: Claudio Ursella (segretario della Federazione di Roma, Partito della Rifondazione Comunista), Paolo Ciofi, Vittorio Sartogo, Paolo Berdini (docente di Urbanistica presso...

Leggi tutto

Giù le mani da Petroselli

Giù le mani da Petroselli

«Io come Petroselli», abbiamo letto sul Corriere della sera. Parole di Roberto Giachetti, renziano convinto - secondo quel che dice e quel che fa - e candidato del Pd a sindaco di Roma. Pronunciate in occasione della visita alla tomba di un comunista più che convinto qual era allora Gigi...

Leggi tutto

Un eroe del nostro tempo

Un eroe del nostro tempo

Giulio Regeni è stato privato della libertà, poi barbaramente torturato, infine privato della vita stessa. A 28 anni, quando aveva ancora davanti a sé tutta una vita. Perché? «Credeva in un mondo libero», hanno dichiarato con orgoglio i genitori: «una visione del mondo molto bella, che vogliamo ricordare e onorare»....

Leggi tutto

La patente per il conto in banca

La patente per il conto in banca

I geni, si sa, hanno idee geniali. E il prof. Alesina, docente all’Università di Harvard, teorico dell’«austerità espansiva», autore insieme al genio numero uno prof. Giavazzi del trattato fondamentale Il liberismo è di sinistra, indicato dall’Economist come possibile percettore del premio Nobel per l’economia, inevitabilmente lo dimostra. Geniale è infatti...

Leggi tutto

Nascerà la sinistra nel 2016?

Nascerà la sinistra nel 2016?

Il 2015 è morto e l’annunciata nascita della sinistra non c’è stata. L’anno buono sarà il 2016? È difficile dirlo, anche perché al momento non è chiaro neanche chi dovrebbero essere i promotori del nuovo soggetto politico, mentre il dibattito sulle finalità e sui contenuti del progetto resta ben al...

Leggi tutto

Berlinguer: “eurocomunismo”, “nuovo socialismo” e “terza fase del movimento operaio”

Berlinguer: “eurocomunismo”, “nuovo socialismo” e “terza fase del movimento operaio”

Il riuso (falso) di Berlinguer. Abbiamo voluto titolare così l’ultima relazione che conclude il ciclo dedicato alla storia del Pci, «un partito per cambiare l’Italia», perché queste espressioni sono fortemente significative delle motivazioni ideali e delle pratiche politiche che hanno ispirato Enrico Berlinguer durante la sua vita, dalla giovinezza fino alla...

Leggi tutto

Roma

Roma

Com’era prevedibile, Ignazio Marino alla fine è stato dimissionato e la capitale d’Italia sarà governata da un commissario modello Expo sia pure «adattato», dentro il quale gli esperti intendono imbragare l’intero paese secondo loro a corto di anticorpi. Dunque, l’unico memorabile risultato ottenuto a Roma in questi anni da Matteo...

Leggi tutto